Tu sei qui: Home » Alto Mare » L’Abruzzo alla prova dello scatto

L’Abruzzo alla prova dello scatto


altomare 1024x193 L’Abruzzo alla prova dello scattoIl Parco dei Priori è accanto a quel capriccio romanico che è l’abbazia di San Giovanni in Venere –capricciosa in una maniera tutta rigorosa e severa eppure vezzosa e dolce-, a Fossacesia, e già da solo vale una visita: pini eleganti e per niente romani, ma che anzi invitano a guardare verso il golfo di delizie che finisce a punta Aderci e poi, più giù, seguendo il faro di punta Penna, a Vasto, e sono tutti ulivi “che fan di santità pallidi i clivi e sorridenti” e belle spiagge di rena gialla e tramonti di riflesso da ammirare dal bel terrazzo di questo edificio che non è convento e non è villa e sembra fatto apposta per ospitare questa mostra fotografica che dal 10 luglio il collettivo Botticelli ha allestito.

DSF5185 L’Abruzzo alla prova dello scattoSi chiama “Botticelli Photo Fest” perché in effetti non è una statica esposizione di fotografie di questi nove giovani fotografi abruzzesi, ma un vero e proprio festival –in minore, dunque discreto e non chiassoso- della fotografia: ci sono workshop, ci sono cene coi fotografi che già si sono fatti conoscere, ci sono passeggiate fotografiche e altre iniziative collaterali.

E già di per sé, questa, è una buona notizia: che le energie solitamente disperse nel fare fotografie in ogni modo, con ogni mezzo, in ogni luogo (compresi i più inopportuni, segnatamente cessi e tinelli, anche stellati) siano invece convogliate da un collettivo, dunque da un gruppo di visioni diverse che s’intrecciano tra di loro, verso un’esposizione che di queste visioni è manifesto e verso una visione generale della fotografia che è esperienza e illustrazione del mondo.

Nelle sale del palazzo del Parco dei Priori fino al 20 luglio si potranno soprattutto vedere illustrate alcune “occasioni” d’Abruzzo, specie feste patronali e luoghi tipici, che ne tratteggiano in qualche modo l’anima: c’è il Sant’Andrea pescarese a colori nelle foto di Luis Jimenez e in bianco e nero in quelle di Beatrice Di Croce, ma c’è soprattutto il popolo della festa e della processione in mare; c’è il mare Adriatico dei pescatori del Pugaciov e dei gabbiani affamati di Giancarlo Bomba; c’è la processione del venerdì Santo a Chieti, che ha degli aspetti misterici e massonici nel bianco e nero di Isa Di Luca; c’è la “riconquista degli spazi urbani” coi ballerini di Federica Di Berardino; e c’è una illustre e antica casa, ma vuota, di San Vito nelle fotografie “gozzaniane” di Enzo Francesco Testa, che del collettivo è il presidente; e poi c’è L’Aquila fredda e rigida e dunque definitivamente ridicola nel delirio di ricostruzione di illuminati governanti nelle fotografie teutoniche di Federica Nico (che è di origini catanesi) e Marco Buccione. E poi una mostra collettiva in cui ancora una volta è l’Abruzzo a parlare, con le sue infiorate, le sue scannesi giovanissime eppure vecchissime, gli artigiani guardiesi, e scorci e ruderi e altre foto che non ricordo e che sta al visitatore scoprire.DSF5689 1024x682 L’Abruzzo alla prova dello scatto

Il rischio era quello di una grande banalità in tempi di grande bellezza, di cartoline consuete e carine ma poi non memorabili. E invece quest’Abruzzo del Parco dei Priori sembra quasi un posto bizzarro, attraversato da una transiberiana non russa, e non poi così facile da capire ma anzi complesso e, dunque, difficile da fotografare (ché la fotografia è l’arte delle cose semplici, delle cose, cioè, che appaiono).

Poi quindi ci sono i contest, e le fotografie fatte col cellulare da postare su instagram, e laboratori di disegni dal vero, concerti, Stefano Schirato, Paolo Angelucci, Giovanni Tavano, Andrea Buccella e altri bei nomi dell’arte ipercontemporanea, quasi in presa diretta.

Il consiglio è di non lasciarsi sfuggire la possibilità di partecipare a questo interessante processo creativo, di non perdere l’occasione di riflettere un momento sul significato dello scatto fotografico, di non mancare l’appuntamento con questo bel posto, con questa chiesa civettuola, con il brodetto alla sanvitese o alla vastese. Col Collettivo Botticelli. Avete tempo fino a domenica 20 luglio.

Marzio Maria Cimini

pf button both L’Abruzzo alla prova dello scatto

Copyright ©2013 NewsAbruzzo e' un prodotto di Lead s.r.l. - P.IVA 01966190686 - Registrazione alla sezione stampa presso il Tribunale di Pescara n. 11 del 14/07/2011

la provenienza di alcune foto e' il web; nei casi di involontaria lesione del diritto d'autore,
prego scrivere a redazione@newsabruzzo.it

Scroll to top