Tu sei qui: Home » Attualità » Controlli a tappeto della Guardia Costiera contro le frodi ai consumatori

Controlli a tappeto della Guardia Costiera contro le frodi ai consumatori


BancoPesce jpg 20079231728 BancoPesce Controlli a tappeto della Guardia Costiera contro le frodi ai consumatoriPESCARA – “Estate sicura” anche a tavola con la Guardia Costiera. E’ stata intensificata, con l’inizio delle vacanze, infatti, l’attività di polizia marittima a tutela dei consumatori. La Direzione Marittima di Pescara nel periodo compreso tra il 18 ed il 23 luglio ha effettuato una operazione di polizia con controlli mirati lungo tutta la filiera della pesca, impiegando 123 militari, che,  in servizio presso i diversi Uffici dislocati lungo le coste abruzzesi, del Molise e delle Isole Tremiti, hanno eseguito controlli a tappeto, sia in mare, che nelle zone di sbarco del pescato, che, ancora, nei punti dove il prodotto viene commercializzato (mercati ittici, pescherie e punti di ristorazione). Sono state 276 le ispezioni effettuate e 41 le sanzioni amministrative elevate per un importo complessivo di  Euro 88.870,00.

Le infrazioni maggiormente rilevate  hanno riguardato “l’inosservanza delle norme sull’etichettatura dei prodotti ittici ( mancanza di informazioni o errate informazioni al consumatore sul prodotto) “, e delle norme sulla“ tracciabilità/rintracciabilità del prodotto ittico (documentazione che consente di stabilire la storia e di seguire l’utilizzo e la provenienza del prodotto), oltre al mancato rispetto delle norme igienico – sanitarie. Particolare sensibilità è stata rivolta ai controlli sulla  pesca in aree marine protette (Isole Tremiti e Torre del Cerrano).

Inoltre sono state redatte 3 comunicazioni all’Autorità Giudiziaria per Notizie di reato, fra cui rileva una “frode nell’esercizio del commercio”, per commercializzazione di prodotti congelati senza fornirne indicazioni al cliente, come rilevato in occasione di una “sagra del pesce” organizzata in un comune della costa abruzzese dove i consumatori erano convinti di degustare “pesce fresco locale”.

L’operazione ha comportato il sequestro complessivo di 162 Kg. di prodotto ittico e di 27 attrezzi da pesca.

Con l’occasione si rende noto che il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha decretato la “chiusura della pesca sportiva/ricreativa del tonno rosso nonché il divieto di catture accessorie del medesimo prodotto ittico da parte dei pescherecci professionali, a decorrere dalle ore 13.00 di venerdì 26 Luglio.

Red.

pf button both Controlli a tappeto della Guardia Costiera contro le frodi ai consumatori

Copyright ©2013 NewsAbruzzo e' un prodotto di Lead s.r.l. - P.IVA 01966190686 - Registrazione alla sezione stampa presso il Tribunale di Pescara n. 11 del 14/07/2011

la provenienza di alcune foto e' il web; nei casi di involontaria lesione del diritto d'autore,
prego scrivere a redazione@newsabruzzo.it

Scroll to top