Se mangi questo frutto fai molta attenzione: hai questi sintomi? Corri subito in ospedale!

Ebbene sì, si può essere allergici anche a un determinato frutto. Se questo lo consumi frequentemente e hai questi sintomi, fai attenzione

Sebbene le allergie che sentiamo di più siano quelle alle graminacee, alla polvere e ai pollini, a livello alimentare sono molto diffuse anche quella ai latticini e al glutine. Oggi come oggi, anche chi è allergico può vivere una vita pressoché normale, grazie alla diffusione di medicinali che riducono le reazioni del corpo e alla vasta disponibilità di alimenti specifici.

Attenzione a questi sintomi: potresti essere allergico a questo frutto
Se consumi questo frutto e hai questi sintomi, potresti esserne allergico (newsabruzzo.it)

L’allergia è una risposta eccessiva da parte del sistema immunitario nel momento in cui il corpo entra in contatto con un determinato allergene e può svilupparsi in qualsiasi momento della vita. Se, mangiando questo frutto tipicamente estivo, avvertite uno di questi sintomi che stiamo  per elencarvi, non sottovalutatelo e andare subito dal medico: potreste esserne allergici.

Se amate la pesca ma state così, fate attenzione: ecco l’allergia

Ebbene sì: esiste anche l’allergia alla pesca. Il dolcissimo frutto estivo, protagonista di freschissime macedonie e di dolci che fanno girare la testa, contiene degli elementi che in certe persone possono causare un’eccessiva risposta immunitaria. A livello alimentare è una delle allergie più comuni: questo frutto appartiene alle Drupacee che, a loro volta, appartengono alle Rosacee. Con la pesca, fanno parte delle Drupacee anche l’albicocca, la susina, la ciliegia e la mandorla: per questo motivo, chi è allergico a uno di questi frutti può avere questi sintomi spiacevoli anche ingerendo uno degli altri.

Attenzione a questi sintomi: potresti essere allergico a questo frutto
Se consumi questo frutto e hai questi sintomi, potresti esserne allergico (newsabruzzo.it)

I sintomi principali sono l’orticaria da contatto, che si verifica non appena la persona allergica tocca il frutto, o l’orticaria da ingestione, accompagnata anche da altre eruzioni cutanee. In alcuni casi, quelli più gravi, ingerire una pesca può causare reazioni anafilattiche fino allo shock oppure vomito, diarrea, nausea e crampi addominali. Nel caso notiate uno di questi disturbi, rivolgetevi subito a un allergologo.

I casi più sospettati di reazioni gravi sono quelli di pazienti che hanno già avuto reazioni anafilattiche o importanti, anche dopo aver assunto piccole dosi di un determinato alimento. Anche chi soffre di asma bronchiale o malattie cardiovascolari deve stare particolarmente attento: in caso di sospetta allergia alla pesca o a qualsiasi altro frutto, è bene evitare di consumarlo e di toccarlo fino a che non si ha la diagnosi precisa, onde evitare reazioni pericolose e incontrollabili.