Gigliola Cinquetti, lo struggente ricordo della celebre cantante: “Io l’amavo…” | Tristezza infinita

Le parole di Gigliola Cinquetti hanno fatto stringere il cuore dei tantissimi fan della cantante: il ricordo è tenerissimo.

Tra i tanti programmi che caratterizzano il palinsesto di Canale 5, Verissimo è senza dubbio uno di quelli che riscuote maggiore consenso tra i telespettatori. La trasmissione condotta da Silvia Toffanin è una delle più longeve non solo tra le reti Mediaset, ma anche nell’intero panorama televisivo italiano. La prima puntata di Verissimo è andata in onda nel lontano 16 settembre 1996, sempre su Canale 5. All’epoca la conduzione del rotocalco e talk show era stata affidata a Cristina Parodi, che ha tenuto in mano le redini del programma fino al 2005. Dal 23 settembre 2006 la conduzione è passata a Silvia Toffanin, che è la vera e propria regina dello studio del programma Mediaset da ormai oltre 16 anni.

gigliola cinquetti struggente ricordo
Gigliola Cinquetti struggente ricordo – foto rete – newsabruzzo.it

Nonostante sia passato tutto questo tempo Verissimo riesce ancora ad appassionare e coinvolgere i fan, anche grazie alle tante interviste ai personaggi famosi del mondo dello spettacolo. Sono molti i vip che accettano l’invito della Toffanin e rivelano molti dettagli inediti della propria vita professionale e privata.

Gigliola Cinquetti parla di sua madre: “Bruciante e gelida al tempo stesso”

Di recente si è recata a Verissimo anche Gigliola Cinquetti, diventata una vera e propria star a soli 16 anni grazie ai due trionfi a Sanremo e al successo conquistato all’Eurovision.

Oggi di anni ne ha 74 ed è arrivato il momento di fare un bilancio della sua carriera, senza dimenticare chi l’ha incoraggiata in tutti i modi a diventare una cantante, ovvero il suo papà, con cui aveva un bel rapporto.

Al contrario, sua madre riteneva che i sogni della giovane Gigliola non fossero altro che delle mere “illusioni”.

gigliola cinquetti io l'amavo
Gigliola Cinquetti io l’amavo – foto rete – newsabruzzo.it

Dovevo essere una bambina guerriera, lei era stoica e coraggiosa – ha rivelato la Cinquetti a Verissimo – Io ho preso la sua strada. Era desertica, poteva essere violentemente bruciante e gelida al tempo stesso. Ma io l’amavo proprio perché era diversa, non recitava mai la parte della mamma, era se stessa. Lei mi amava molto, non ho dubbi. Mi sono sempre sentita amata dai miei genitori. Ho avuto tanto dalla vita, in primis da loro“.

Tuttavia, il successo come cantante ha fatto cambiare la mamma di Gigliola Cinquetti: “Mio padre non se la sentiva di accompagnarmi, lei non aveva paura di niente. Abbiamo condiviso disagi incredibili, erano viaggi incredibili. Quando partivamo con 12 scali eravamo stanche e sfinite, ma era sempre dietro le quinte ad aiutarmi“.

Impostazioni privacy