Tu sei qui: Home » Culture e Spettacoli » Trivelle: ‘Com’è profondo il mare’ diventa un inno al No, 35 artisti abruzzesi reinterpretano il brano di Dalla

Trivelle: ‘Com’è profondo il mare’ diventa un inno al No, 35 artisti abruzzesi reinterpretano il brano di Dalla


aa418 Trivelle: Comè profondo il mare diventa un inno al No, 35 artisti abruzzesi reinterpretano il brano di Dalla

Il famoso brano ‘Com’è profondo il mare’ di Lucio Dalla, rivisitato da 35 artisti abruzzesi, diventa l’inno della contrarietà alla piattaforma petrolifera ‘Ombrina Mare’ e, più in generale, alla deriva petrolifera, alla vigilia della manifestazione organizzata per il 23 maggio a Lanciano, con la speranza che le note del cantautore bolognese, con il suo impegno contro la petrolizzazione dell’Adriatico, possano “contribuire a bussare alla porta delle orecchie di chi non vuol sentire”.

Il videoclip, lungo poco più di 8 minuti – il filmato è stato presentato stamani in conferenza stampa dal coordinamento No Ombrina – si apre con un artista che arriva con i suoi acquerelli davanti a un trabocco, sulla spiaggia, e che inizia a dipingere il mare. Poi i cantanti che interpretano il brano, mentre l’artista continua a dipingere, e alla fine l’opera che, una volta conclusa, viene ‘macchiata’ da un nero intenso, a simboleggiare il petrolio; il tutto accompagnato dal coro conclusivo, una sorta di urlo finale, “così stanno uccidendo il mare”.

La registrazione della canzone è stata realizzata grazie alla disponibilità di Stefano Di Matteo e Nicola Di Camillo che, insieme al videomaker Enzo Francesco Testa hanno lavorato per giorni con i tantissimi cantanti che hanno partecipato al progetto. Le dieci strofe che compongono la canzone sono state affidate ad altrettante coppie di cantanti, che le hanno trasformate in una vera e propria “orazione collettiva – dicono al coordinamento – con una diversità di contributi stilistici che, pur allontanandosi dall’inimitabile interpretazione di Lucio Dalla, l’hanno resa un un mosaico di tessere cangianti”. Il video sarà lanciato sui social e in tv.

Ricordare l’impegno di Dalla e rinnovarlo in questo momento cruciale per la storia della nostra comunità – spiegano i rappresentanti di No Ombrina – è il frutto della profonda convinzione che la bellezza possa salvarci dall’orrore. Abbiamo voluto eleggerla a inno della contrarietà alla piattaforma Ombrina mare, parte per il tutto di un progetto ben più ampio che vorrebbe l’Abruzzo irreversibilmente declassato da ‘Regione verde d’Europa’ a distretto minerario.

pf button both Trivelle: Comè profondo il mare diventa un inno al No, 35 artisti abruzzesi reinterpretano il brano di Dalla

Copyright ©2013 NewsAbruzzo e' un prodotto di Lead s.r.l. - P.IVA 01966190686 - Registrazione alla sezione stampa presso il Tribunale di Pescara n. 11 del 14/07/2011

la provenienza di alcune foto e' il web; nei casi di involontaria lesione del diritto d'autore,
prego scrivere a redazione@newsabruzzo.it

Scroll to top