Tu sei qui: Home » Attualità » Omicidio Melania Rea: Cassazione, “Fu uccisa con un impeto d’ira”

Omicidio Melania Rea: Cassazione, “Fu uccisa con un impeto d’ira”


Salvatore Parolisi Omicidio Melania Rea: Cassazione, Fu uccisa con un impeto dira

Il caporalmaggiore Salvatore Parolisi ha ucciso la moglie Carmela “Melania” Rea, a Civitella del Tronto il 18 aprile 2011, durante una “esplosione di ira” nata in un litigio “tra i due coniugi” in seguito alla “conclamata infedeltà coniugale” dell’uomo.

Lo scrive la Cassazione nelle motivazioni della condanna di Parolisi. Le 36 coltellate inflitte alla donna indicano appunto che si è trattato di un “dolo d’impeto”, ma “la mera reiterazione dei colpi (pur consistente) non può essere ritenuta” come aggravante di crudeltà. Per questo motivo, Parolisi beneficerà di una riduzione della pena.

pf button both Omicidio Melania Rea: Cassazione, Fu uccisa con un impeto dira

Copyright ©2013 NewsAbruzzo e' un prodotto di Lead s.r.l. - P.IVA 01966190686 - Registrazione alla sezione stampa presso il Tribunale di Pescara n. 11 del 14/07/2011

la provenienza di alcune foto e' il web; nei casi di involontaria lesione del diritto d'autore,
prego scrivere a redazione@newsabruzzo.it

Scroll to top