Tu sei qui: Home » Attualità » I Comuni Italiani aumentano la spesa sociale destinata ai disabili

I Comuni Italiani aumentano la spesa sociale destinata ai disabili


parcheggio disabili1 I Comuni Italiani aumentano la spesa sociale destinata ai disabiliLa spesa sociale dei Comuni destinata ai disabili è aumentata nel tempo sia in valore assoluto che in rapporto alla popolazione di riferimento: da 1.478 euro annui pro-capite nel 2003, 19,7% l’incidenza sulla spesa sociale dei Comuni, a 2.854 nel 2016 (25,5%).

Lo ha reso noto l’Istat, informando che per le persone con disabilità le principali voci di spesa sono riconducibili ai centri diurni e alle strutture residenziali. Sono oltre 26mila le persone disabili che utilizzano i centri diurni mentre altre 17mila circa beneficiano di contributi comunali per centri privati convenzionati. I servizi con il maggior numero di utenti sono risultati essere: il servizio sociale professionale, che ogni anno prende in carico oltre 240mila persone per valutare le problematiche e indirizzarle ai vari tipi di servizi; il sostegno socio-educativo scolastico, che fornisce assistenza a oltre 65.800 persone l’anno, l’assistenza domiciliare socio-assistenziale, che offre assistenza a più di 43mila persone l’anno.

“Anche per l’assistenza rivolta ai disabili – ha sottolineato l’Istat - le differenze territoriali sono rilevanti: mediamente un disabile residente al Nord-est usufruisce di servizi e interventi per una spesa annua di oltre 5.150 euro mentre al Sud il costo dei servizi ricevuti è di quasi 865 euro pro-capite”.

pf button both I Comuni Italiani aumentano la spesa sociale destinata ai disabili

Copyright ©2013 NewsAbruzzo e' un prodotto di Lead s.r.l. - P.IVA 01966190686 - Registrazione alla sezione stampa presso il Tribunale di Pescara n. 11 del 14/07/2011

la provenienza di alcune foto e' il web; nei casi di involontaria lesione del diritto d'autore,
prego scrivere a redazione@newsabruzzo.it

Scroll to top